Contenuto Principale
%PM, %03 %671 %2013

Una Bottega Storica a Viarago, un modello di sviluppo per il Trentino

Postato da  

Il negozio multiservizi della frazione di Viarago, ha una lunga storia che passa attraverso le vicende della famiglia di Remigio Zampedri, classe 1909, che ne fu il fondatore. La licenza risale al 1947, anni duri e difficili per tutti, quelli del dopoguerra, anni nei quali il lavoro bisognava inventarselo o emigrare, come fecero molti trentini.

Remigio aveva sei figli, tre maschi e tre femmine e nella Viarago essenzialmente agricola, non ancora “vocata” alla redditizia coltivazione dei piccoli frutti, che sopraggiungerà molto più tardi, occorreva darsi da fare per vivere. Ed ecco l’idea di affiancare al bar, la rivendita di vari prodotti, intesa a fornire un servizio rispondente ai bisogni della gente del paese. Al tempo, le automobili erano una rarità ed anche raggiungere Pergine significava svolgere un piccolo viaggio, disagevole, specie nei mesi invernali. Questo negozio si affiancò così ad altri, sviluppandosi anche quando negli anni ‘60, il paese aveva aumentato il numero di coloro che lo abbandonavano, forzatamente, per trovare lavoro altrove.

Tra i figli di Remigio, toccò a Claudio l’onere di gestire l’attività avviata dal padre e tanto seppe fare, grazie ad una costante presenza e disponibilità verso la propria clientela, al punto da assistere all’abbandono, ad uno, ad uno, degli altri esercenti e della stessa storica famiglia cooperativa, la cui attività cessò nell’ormai lontano 1995. Claudio, riorganizzò il negozio, adeguandolo nell’offerta alle mutate e mutevoli esigenze della clientela, offrendo una serie di servizi utili, in una frazione oggi rapidamente e facilissimamente raggiungibile, in pochi minuti, anche da Trento.

Ed è a Chiara, figlia di Claudio, laureata in Economia e Commercio, moglie di Mario e madre di Stefano e Gabriele, due vispissimi ragazzini che, dall’inizio di quest’anno, è passata la gestione dell’attività familiare.

E proprio a Chiara, che ha compreso il valore e l’importanza di questa attività commerciale familiare, che la scorsa settimana è stata consegnata dal sindaco di Pergine Roberto Oss Emer, il riconoscimento di “Bottega Storica Trentina”: l’attestazione che la Provincia Autonoma di Trento rilascia alle attività commerciali, che abbiano dimostrato di saper svolgere per un lungo periodo di tempo, la loro funzione con costanza, dedizione e “spirito di servizio” per il territorio e per la comunità che le ospita. Un riconoscimento prestigioso, che attesta e sintetizza il lavoro di tre generazioni. Un primato in un’epoca caratterizzata dal mito del rapido arricchimento, della faraonica grandezza delle piattaforme commerciali e della onnipresente e standardizzata proposta di beni e prodotti imposti, più che offerti, da insegne spesso a capitale internazionale.

Chiara, in continuità con la tradizione di famiglia, ha compreso l’essenza della nuova domanda del mercato coniugando tuttavia, le esigenze di ogni tipologia di clientela. Tradizione dei prodotti autentici della Valle dei Mocheni e del Trentino, si affiancano così ai prodotti dei marchi più conosciuti, creando un assortimento nel quale nulla manca, nemmeno lo spazio per far sostare l’ormai inevitabile automobile. In questa antica bottega si respira un’altra aria, un’atmosfera “d’antan” che regala serenità oltre che la scelta di prodotti di qualità.

 

Cinzia Albertini

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • La responsabilità civile degli aiuti pubblici.
    Scritto da
    Ora che abbiamo il governo gradito all’alta banca internazionale e che lo sviluppo dell’economia nazionale non è più temuto come esempio per altri stati della UE, avremo una contrazione dello spread e più tempo per pagare i nostri presunti debiti. Ma questo non interessa alle migliaia di persone, anche del nostro Trentino, che dalle banche non ricevono più un soldo di finanziamento per i loro progetti di lavoro e per quelle a cui sono stati annullati, di punto in bianco gli affidamenti, procurando danni ai progetti avviati con passione e fatica. Ciò che ancora invece perdura, è il finanziamento pubblico…
    Leggi tutto...

Redattore

Utenti online

Abbiamo 522 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto