Contenuto Principale

8 agosto 2013: SECONDO Consiglio Comunale

Postato da  

Il Consiglio comunale di Pergine Valsugana si è riunito per la seconda volta l’8 agosto, con un ampio ordine del giorno suddiviso in 13 punti e con la presenza di 19 consiglieri su 22 (assenti giustificati Tedesco Maria (vicepresidente del Consiglio) e Pizzo Paolo (Civica per Pergine – in licenza matrimoniale, ha fatto trovare sul posto di tutti i consiglieri un sacchettino di confetti),  assente non giustificato Roat Mario (Civica per Pergine).

Parte dei punti erano di ordinaria amministrazione e precisamente dal punto 7 al punto 13.

Nel punto 7 si è deciso di effettuare alcune modifiche al bilancio annuale 2013, spostando l’importo, pari a Euro 250.000, destinato al rifacimento della rete di recinzione per il campo sportivo (non più necessaria dalla normativa per un campo di serie D), ai lavori di ristrutturazione della piscina esterna.

Nel punto 8, si è ratificato il conto consuntivo dell’esercizio finanziario 2012, del Corpo Volontario dei Vigili del Fuoco di Pergine Valsugana, chiuso con una riserva di 24.000 Euro su 220.000,00 preventivati. Al termine della lettura della proposta di delibera, i consiglieri Marco Morelli e Daniele Lazzeri hanno evidenziato l’assenza di alcuna menzione di elogio da parte del Sindaco, nei confronti dell’efficienza e dell’impegno dimostrati dal corpo volontario dei Vigili del Fuoco, sia per il risparmio economico raggiunto, che per l’impegno profuso da tutti, anche per l’ottima gestione del comparto giovanile, che garantisce la continuità del lavoro.

Dal punto 9 al punto 13 sono state nominate “per acclamazione” ( cioè senza votazione ) le cariche relative ai rappresentanti le varie commissioni.

-        Comitato di redazione bollettino comunale (4 rappresentanti alla maggioranza: Gretter Michele, Pariello Carmelo, Petri Sonia, Grisenti Michela e 2 della minoranza: Marchiori Alessio,  Martini Daniela);

-        Commissione consultiva per la promozione culturale  (2 rappresentanti della maggioranza: Gretter Lucia, Leonardelli Ivana e 1 della minoranza: prof. Ermanno Visintainer);

-        Rappresentanti del consiglio della Bibblioteca (2 rappresentanti della maggioranza: Fontanari Monica, Decarli Carla e 1 della minoranza: Stelzer Paola);

-        Commissione per lo sport e la consiliatura 2013-2015 (1 rappresentante per la maggioranza:  Vendramin Silvia e 1 per la minoranza: Leonardelli Cesare);

-        Commissione per gli elenchi dei giudici popolari (1  rappresentante della maggioranza: Marchesini Raffaele e 1 per la minoranza: Tessadri Renato).

La seduta consigliare è iniziata con una comunicazione del Presidente del Consiglio Lazzeri Annamaria (PD), dalla quale si evidenzia, oltre l’impegno di voler gestire nel pieno rispetto del regolamento e delle  leggi il Consiglio (fornendo le debite spiegazioni sui modi di gestione dei vari punti all’ordine del giorno-vista la larga presenza di nuovi consiglieri- ), anche  l’impegno personale di rappresentare quella gran parte di cittadini elettori (circa il 22%), che non hanno potuto ottenere in seno al Consiglio comunale propri rappresentanti,  a seguito le modifiche intervenute sulla legge elettorale Regionale, promulgata dalla Regione Trentino Alto Adige nello scorso mese di febbraio.

Sono seguite alcune interrogazioni:

una da parte della consigliera Taffara Marina (PD) relativa al taglio, senza l’ autorizzazione da parte del Comune,  di una superficie pari a 20 mq di canneto lacustre e di un olmo. La risposta da parte del Sindaco è stata puntuale, esaustiva e completa, informando il Consiglio che il taglio dell’olmo era un atto dovuto, in quanto lo stesso presentava al suo interno uno stato avanzato di decomposizione e il taglio del canneto era risultato indispensabile per garantire un’ottima visibilità al personale del soccorso bagnanti per  quella parte di lago. Il lavoro è stato eseguito e ordinato dal dipartimento Provinciale dei bacini Montani e non necessitava di alcuna autorizzazione del Comune;

la seconda interrogazione è stata esposta dal consigliere Morelli, relativa ad un infortunio avvenuto lo scorso giugno presso la passeggiata che costeggia il laghetto di Canzolino. Si chiedeva all’Assessore competente Demozzi Franco e al Sindaco, di chiarire se erano al corrente dell’accaduto e quali provvedimenti debba o voglia intraprendere il Comune, per mettere in sicurezza quel tratto di passeggiata. Ha risposto l’Assessore Demozzi, facendo presente che l’amministrazione comunale era a conoscenza dell’accaduto, provvedendo ad effettuare la denuncia presso l’assicurazione. E’ stata quindi chiusa, per evidenti ragioni di sicurezza l’intera passeggiata e, dopo sopralluogo da parte dello stesso assessore e del responsabile del cantiere comunale, si è giunti alla conclusione che saranno necessarie 30 ore di lavoro degli operai comunali per sistemare e rimettere in sicurezza il tratto interessato all’occorso.

Al punto 4 dell’ordine del giorno è stata presentata un’interrogazione da parte del consigliere Morelli, intesa a conoscere gli sviluppi della realizzazione del marciapiede che collega le frazioni di Canzolino e Madrano e per il problema dell’intenso traffico (circa 3000 macchine giorno secondo il censimento operato dai Vigili Urbani nel 2010), che attraversa il centro storico delle due frazioni.  Ha risposto l’assessore all’urbanistica Negriolli Massimo (Pergine Città), descrivendo il percorso burocratico inerente la richiesta da parte della Provincia, per la realizzazione del marciapiede osteggiato da parecchi privati, interessati dalla necessaria azione di esproprio.

L’impegno da parte della Provincia prosegue e il Comune di Pergine deve partecipare alla suddetta iniziativa, realizzando un sistema semaforico in quattro punti della strada, già definiti nel progetto presentato e accettato dal Dirigente scolastico,  dal Collegio degli insegnati, dai genitori e dal referente del Sindaco precedente. Attualmente è stato inviato alla PAT lo studio di fattibilità per l’acquisto della strada da parte del Comune. A tale proposito, le minoranze non erano per nulla favorevoli, sottolineando l’elevato costo di gestione della stessa, soprattutto durante i mesi invernali. Esse hanno proposto di utilizzare quelle risorse economiche per effettuare, in tempi  brevi, l’impianto semaforico quale deterrente per l’enorme mole di traffico, che transita su quella strada provinciale.

Il punto 6 dell’ordine del giorno ha visto la lettura da parte del Sindaco Oss Emer, di una relazione di 20 pagine del “programma di lavoro” della maggioranza e della giunta Comunale per il periodo 2013-2015, spaziando in tutti i campi della vita sociale del comune.

Alcuni punti di questa relazione hanno destato lo stupore di tutta la minoranza. E’ da evidenziare l’analogia berlusconiana, fatta propria dal Sindaco, di considerare la “macchina comunale” come un’azienda privata, nella quale il Primo cittadino rappresenta l’Amministratore delegato,  la Giunta il consiglio di amministrazione e i cittadini l’assemblea dei soci.  Di certo questa similitudine, già sperimentata a livello nazionale, ha dato scarsissimi frutti ed ha indebolito il carattere politico dei nostri parlamentari, trasformandoli da Onorevoli in “Servi del Padrone”. Oltremodo il Sindaco, nella sua relazione, ha dimenticato il ruolo fondamentale che svolge un organo istituzionale quale il Consiglio Comunale, che rappresenta le diverse anime della popolazione e serve a mantenere presente all’interno della “macchina comunale”, tutte le categorie e le diverse visioni politiche che animano il tessuto sociale di un consesso urbano e civile. Inoltre, il documento presentato risulta di difficile realizzazione, a seguito il breve periodo di gestione amministrativa che questa Giunta ha davanti a se: circa 560 giorni, vieppiù considerando che gli ultimi mesi del mandato sono riservati alla campagna elettorale per le nuove elezioni.

Interessante la sottolineatura effettuata dal Sindaco già nelle prime battute dell’esposizione programmatica, relativa all’assoluta indipendenza sua e della coalizione che lo sostiene, identificandosi quali persone libere da ogni scambio di interessi personali e verso soggetti terzi,  oltreché neofite della politica (tranne alcuni “cambia-casacca”).

Questa la sintesi saliente di circa 4 ore di seduta consiliare. Vi è da sottolineare che, in questa occasione, forse complice l’imminenza ferragostana, la partecipazione di cittadini è stata molto inferiore alla precedente. Dopo le elezioni e l’assegnazione delle deleghe politiche, l’attenzione verso l’operato degli amministratori dovrebbe rimanere elevata, al fine di seguirne l’attività, censurarne le decisioni improvvide, ma corrispondendo con l’interesse attivo quella nota di merito che sempre gratifica i migliori e gli onesti.

 

Andrea Moser

 

1 commento

  • Link al commento Cinzia Albertini Lun 12 Agosto 2013 inviato da Cinzia Albertini

    Grazie per la puntuale ed esaustiva esposizione degli argomenti trattati durante il 2° Consiglio Comunale, preziosa per chi non ha potuto essere presente.

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • Le bambine che cercavano conchiglie
    Scritto da
    Titolo: Le bambine che cercavano conchiglie (titolo originale: Secrets of the Tides) Autore: Hannah Richell Editore: Garzanti "Bel romanzo che si legge in un soffio. La trama veloce e ricca di aspettativa, svela pagina dopo pagina, i segreti inconfessabili che hanno distrutto la serenità di una famiglia ed inflitto un pesante senso di colpa a tutti i suoi componenti. Ognuno di loro custodisce i propri incubi e solo il trascorrere degli anni permette, lentamente, un’introspezione individuale, che prima sarebbe stata troppo dolorosa.” Cinzia Albertini
    Leggi tutto...

Redattore

Utenti online

Abbiamo 764 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto