Contenuto Principale
Cosa rimane della “democrazia alla Merkel" dopo 11 anni

Schröder aveva lasciato alla cancelliera Merkel un’eredità impressionante: un paese stabile, un’economia in crescita, buoni rapporti con i principali Paesi del mondo. Come la “cancelliera di ferro” (“Die Eiserne Kanzlerin”) ha fatto uso di questa eredità? Per quale percorso 11 anni di democrazia di impronta Merkel hanno condotto la Germania e l’Europa?

Nonostante il fatto che la Germania sia la leader economica dell'Europa e conservi l'ultima parola nelle politiche dell'UE, i fallimenti della Merkel in politica interna ed estera stanno diventando sempre più evidenti. Certo, a prima vista, la cancelliera è riuscita a ridurre il livello di disoccupazione in Germania ed ha portato l'economia ad una fase di ricrescita dopo la recessione del periodo post-crisi, ma la situazione nel Paese continua quotidianamente a peggiorare.

Pubblicato inNazionale / Estera
Il mistero della democratica femminilizzazione dell'Italia

Fra i primi a intuire l'importanza della moda fu Giacomo Leopardi. Delle Operette Morali fa parte

infatti il "Dialogo della Moda e della Morte", scritto nel 1824, nel quale una Moda terrificante

quanto lucida nelle sue argomentazioni reclama la propria sorellanza alla Morte.

Pubblicato inNazionale / Estera

Il risultato elettorale del Mo-vi-mento 5 Stelle in Trentino, anche se ha prodotto due gongolanti di gioia consiglieri provinciali, ha innescato molteplici “mal di pancia” a molti candidati delusi.

La flessione di quasi venti punti percentuali tra i suffragi ottenuti a febbraio e quelli registrati a ottobre, non è attribuibile alla caduta delle foglie tipica dell’autunno, visto cha a febbraio a questa latitudine, esse non sono ancora comparse sui rami, ma ad un’evidente, improvvida gestione del patrimonio dei consensi conseguiti, dovuta alla delusione degli elettori non tanto o solo, verso i risultati politici non raggiunti a livello nazionale, ma ad altre percepibili ragioni.

Pubblicato inProvinciale
Mar 08 Ottobre 2013

Tempo di Democrazia

Percorrendo le vie dei nostri centri urbani si notano le affissioni dei manifesti elettorali. Sono state precedute, di qualche settimana, dall’installazione degli appositi pannelli. Le elezioni provinciali si avvicinano ormai a grandi passi. L’ennesima tornata elettorale dell’anno in corso. Per i perginesi, in particolare, è la terza, dopo le consultazioni nazionali e  quelle per la sostituzione del sindaco dimissionario.

Gran prova di democrazia. L’assidua chiamata alle urne dei cittadini, testimonia l’attenzione e la  sensibilità del nostro sistema politico. Alla frequenza della tornata elettorale, si aggiunga il gran numero di candidati per il governo provinciale e, coerentemente, il numero di liste e quello dei candidati presidente: ben diciassette, provenienti dalle più disparate professioni.

Pubblicato inProvinciale
Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • L’onestà è un optional a pagamento?
    Scritto da
    Dopo l’euforia per il risultato elettorale colto dal PDRenzi alle ultime elezioni europee, agli onori della cronaca sono balzate le notizie relative alle inchieste giudiziarie inerenti l’expo Milano e il Mose di Venezia. Fiumi di denaro finiti nelle tasche di coloro che dovevano gestire oculatamente i fondi stanziati per queste opere; distrazione sistematica di fondi ingenti, utilizzati per fini personali, senza alcuna remora e ritegno. Tanto affiora da quanto posto a disposizione della stampa.
    Leggi tutto...

Redattore

Utenti online

Abbiamo 248 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto