Contenuto Principale
Martedì, 16 Luglio 2013

DIGITAL DIVIDE - I NATIVI DIGITALI

Postato da  

Con il termine Digital Divide generazionale, viene inteso il distacco apparentemente incolmabile tra i giovanissimi e le generazioni precedenti.
È confermato da molte ricerche che la generazione degli over 40 è in forte ritardo tecnologico rispetto ai propri figli.

La scarsa familiarità con la tecnologia, ed in particolare con il mondo di Internet e i suoi servizi, continua ad essere un problema per gran parte della popolazione adulta/anziana, mentre i giovani appaiono una fascia privilegiata, presentando frequenze d’accesso ad Internet nettamente superiori rispetto alla media della popolazione e mostrandosi come gli utenti più competenti, ossia come coloro che riescono a sfruttare maggiormente i vantaggi offerti dalla rete, facendone un uso vario ed articolato.

Ormai i nostri figli nascono già nel mondo dell’era digitale dove lo strumento quotidiano è il computer in tutti i suoi svariati utilizzi, quali tv, video, cd musicali, dvd, giochi in cui agiscono attivamente e spesso autonomamente.Il mouse e la tastiera sono, fin da piccoli, strumenti che vengono utilizzati con naturalezza e disinvoltura, lo schermo di un computer è per loro come una finestra sul mondo, inoltre usano abitualmente e facilmente telecomando e cellulare.

Non è raro assistere a prodezze di bambini di tre o quattro anni che emulando le gesta di un adulto, guardano video su youtube o giocano a dei semplici giochi online. Per la maggior parte dei giovani, la tecnologia non è un rompicapo ma e’ solo uno strumento quotidiano grazie al quale si può comunicare via SMS, via chat, che permette di essere on line 24 ore al giorno per 7 giorni la settimana, sempre in contatto (Messenger, skype, whatsup).

Navigare in internet inoltre è un'attività che può arricchire le conoscenze, cercando informazioni su siti legati ai propri interessi (videogiochi, reality show, cantanti, etc).

Per colmare questo Gap si sono mosse diverse associazioni e lo stesso Fondo Sociale Europeo finanzia ed organizza corsi per adulti e over 50.

L' alfabetizzazione informatica, oltre che a formare un' individuo abile ad usare i mezzi tecnologici messi sempre più a disposizione del cittadino dalla pubblica amministrazione per accedere ai propri servizi (possibilità di richiedere certificati, controllare la posizione contributiva, etc), è in particolare utile per educare l'adulto nel suo ruolo di genitore, alla vigilanza e al controllo delle attività che il figlio effettua su internet.

Nico Reali

nato a Vizzolo Predabissi il 13/12/1975

residente a Viarago di Pergine Valsugana

 

Sono un docente di informatica ed esaminatore ECDL core / advanced / Web editing e Image editing

 

Sono appassionato di Sport , ho praticato a livello agonistico l'arte marziale del "judo", attualmente mi sono dedicato a due sport / attività ludico sportiva:

 

1) la subacquea ho un brevetto ricreativo ed uno tecnico

2) Il softair

 

Sono vicepresidente di un Associazione Sportiva Dilettantistica di Softair e sono referente per il Trentino Alto Adige del circuito di Milsim AWB

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • La libertà di tutti
    Scritto da
    Il Sindaco di Pergine Valsugana Roberto Oss Emer, ha emanato questa settimana un’ordinanza con la quale ha reso accessibile ai cani, un piccolo tratto di spiaggia del lago di Caldonazzo. Scelta di civiltà. Nei Paesi culturalmente più progrediti d’Europa, i cani hanno normalmente facoltà d’accesso nei locali pubblici ed in quelli ubicati nelle aree di servizio autostradali sono spesso presenti, all’ingresso, ciotole riempite d’acqua e crocchette, mentre per le loro necessità fisiologiche vi sono specifiche aree attrezzate.
    Leggi tutto...

Utenti online

Abbiamo 362 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto